Stagione 18/19

Una nuova sfida e nuovi mercati si aprono nella nuova stagione per la nostra società.

Riaffermiamo la nostra attenzione per la drammaturgia contemporanea con nuove proposte in parte commissionate come nel caso del “Don Chisciotte” per noi adattato da Maurizio Di Giovanni per l’interpretazione di Peppe Barra e Nando Paone che continuerà i successi della precedente stagione. Altra nostra proposta sarà un testo di Florian Zeller “La menzogna”, un raffinato gioco sui temi della verità nei rapporti di coppia interpretato da Serena Autieri e Paolo Calabresi per la regia di Piero Maccarinelli. Dopo il fortunato “Dì che ti manda Picone” con la regia di Giuseppe Miele di Mauro e l’interpretazione di Biagio Izzo lo stesso nucleo artistico presenterà un nuovo progetto: “i fiori del latte” di Eduardo Tartaglia.

In laboratorio per il 2019 abbiamo TRE DONNE dal libro di Dacia Maraini che verrà per noi adattato da Riccardo Milani al suo debutto in teatro con un importante cast tutto al femminile. La nostra attenzione al Teatro delle donne prosegue con il testo “Boys will be boys” di Melissa Bubnic che sarà diretto da Paola Rota. Ancora una volta dopo il successo di “Due partite” Paola si misurerà con un cast tutto al femminile per questo cabaret acido ambientato nel mondo della finanza. L’attenzione al mondo giovanile sarà un altro dei temi cardine della stagione attraverso due eventi laboratorio. Il primo per 4 giovani attori sul tema della violenza e del bullismo dedicato al mondo della scuola scritto e diretto da Emanuela Giordano sarà “La lezione”.

Il secondo – che ha già avuto una fase preliminare all’Accademia Silvio D’Amico -sarà la realizzazione di un seminario workshop dedicato a dieci borsisti diplomati da scuole di recitazione “Dalla drammaturgia tradizionale all’algoritmo-teatro e sistemi complessi” che partendo dall’Otello indagherà il terreno dei videogiochi e giochi di ruolo e la possibilità di interazione con algoritmi e sistemi complessi.

Il corso ha l’obiettivo di proporre e sviluppare nuovi modelli di interazione basati sulle tecniche di Intelligenza Artificiale applicati alle tecniche ed alle pratiche drammaturgiche e alle regole dei videogiochi e giochi di ruolo che, partendo dalla drammaturgia classica di Shakespeare aprano la via ad un coinvolgimento totale e trasversale di tutti i soggetti che, da ideatori, registi, attori e spettatori, interagiscono con una messa in scena.

Il bando è aperto alle iscrizioni fino al 24 settembre.

Scopri di più >

Piero Maccarinelli è il direttore artistico di Artisti Riuniti.

Ha festeggiato i primi 10 anni di attività con la pubblicazione del libro “Adda passa a’ nuttata” ERI edizioni. Nato a Brescia si diploma regista alla Civica Scuola del Piccolo di Milano nel 1979 con lo spettacolo “Torless-Studi 1-14” da Robert Musil da lui diretto sulla base di una sua riduzione. Lavora come assistente di Maurizio Scaparro per la Biennale Teatro e per il film Don Chisciotte. Come casting ed aiuto di Ermanno Olmi per La Leggenda del Santo Bevitore. Scrive con Tullio Kezich un libro su questa esperienza.

Biografia Completa >Il direttore artistico – Piero Maccarinelli