Piero Maccarinelli



Piero Maccarinelli è il direttore artistico di Artisti Riuniti, fondata nel 2003 come Associazione Culturale si è trasformata nel 2014 in srl.

Ha festeggiato i primi 10 anni di attività con la pubblicazione del libro “Adda passà ‘a nuttata” ERI edizioni. Nato a Brescia si diploma regista alla Civica Scuola del Piccolo di Milano nel 1979 con lo spettacolo “Torless-Studi 1-14” da Robert Musil da lui diretto sulla base di una sua riduzione. Lavora come assistente di Maurizio Scaparro per la Biennale Teatro e per il film Don Chisciotte. Come casting ed aiuto di Ermanno Olmi per La Leggenda del Santo Bevitore. Scrive con Tullio Kezich un libro su questa esperienza.

Nel 1982 inizia la sua carriera di regista. Riceve nel 1991 il premio IDI per le sue regie di autori italiani e per Giacomo Il Prepotente di Manfridi. Nel 1991 fonda la TEA che gestisce nella stagione 91-92 il Teatro Sala Umberto di Roma.
Da allora inizia una attività continua di letture e mises en espace per la conoscenza e la diffusione della drammaturgia contemporanea italiana in collaborazione con il Gabinetto Viesseux, la Fondazione Toscana Spettacolo, il Teatro Comunale di Reggio Emilia, il Teatro Due di Parma, il Teatro Rendano di Cosenza, il Teatro Eliseo, La Fondazione Orestiadi di Gibellina, la Biennale di Venezia, Romaeuropa festival, Festival di Asti e Festival di Spoleto.

Allestisce testi di Dannunzio, Dostoevskj, Moscati, Rosso di San Secondo Orton Repetti, Yasmine Reza Mamet, Stoppard, Siciliano, Bond Kristoff Tondelli, Sterner, Mc Nally, Manfridi, Cavosi, Celeste, Kezich, Parise, Levi, Ginzburg Octavio Paz, Semprun, Cirio e Roland Barthes Di Thomas Bernhard allestisce Alla Meta con Valeria Moriconi, Il riformatore del mondo con Gianrico Tedeschi, Prima della Pensione con Moriconi, Orsini e Vukotic e Ritter Dene Voss con Popolizio Mandracchia e Paiato conquistando premi e riconoscimenti.

Altro autore particolarmente amato è Euripide- da Siracusa Inda al Teatro Olimpico di Vicenza -per cinque testi Elettra, Oreste, Le Troiane, Medea e Ifigenia in Aulide. Nelle ultime stagioni si segnalano le sue regie di Farà Giorno di Menduni-De Giorgi con Gianrico Tedeschi, John Gabriel Borkmann con Popolizio Premio Olimpico 2012 a Manuela Mandracchia nomination per la regia, Il Romanzo di Ferrara da Bassani di Tullio Kezich 2 nomination-Esposizione Universale di Luigi Squarzina premio Enriquez e Premio Anima 2016. La Banalità dell’amore di Savyon Liebrecht. La Domanda della regina di Manfridi-Chiarotti e Il Padre di Florian Zeller con Haber e Lucrezia Lante Della Rovere.

Riceve il Premio Anima, il Premio Enriguez e entra nella terna del Premio le Maschere per la sua Regia di “Esposizione universale” di Luigi Squarzina, progetto speciale del Teatro di Roma in collaborazione con la Regione Lazio.

Ha ideato con Netta Vespignani e Enzo Siciliano la mostra SOTTO LE STELLE DEL 44 al Palazzo delle Esposizioni di RomaDal 1984 al 2001 è stato consigliere di amministrazione e consulente di Mikado Film.

A Parigi ha curato la regia di Experimentum mundi di Giorgio Battistelli e di Le Palier di Manfridi e Fragments d’un discours amoreux di R. Barthes e Rita Cirio.
Ha insegnato e condotto corsi di formazione per il Comune di Bologna, per la Scuola Galante Garrone, per la scuola del Teatro di Roma diretta da Luca Ronconi realizzando Operette Morali da Leopardi con la consulenza di Roberto Cavosi per il Teatro Stabile del Veneto,e per l’Accademia Silvio D’Amico.
Con Artisti Riuniti ha realizzato un progetto di borse di studio per ex allievi di Accademia e CSC realizzando due spettacoli Troilo e Cressida da Shakespeare di Ricci/Forte e Romanzo di Ferrara da Bassani riduzione di Tullio Kezich.

E’ socio fondatore della Mikado Film.

Nel 2001 è coideatore su incarico del Comune di Roma con Maria Ida Gaeta del Festival LETTERATURE alla Basilica di Massenzio Idea e dirige Eneide nostra Contemporanea ai Mercati di Traiano 12 serate curate da Dario Del Corno per Civita Idea e dirige al FORO DI TRAIANO Iliade l’aspra contesa 12 serate anche riprese per video e in un audiolibro per la Emons Idea e dirige progetti sull’Odissea con Uri Caine e Massimo Popolizio per la Grande Cavea dell’Auditorium a Roma e un progetto speciale per il Cretto di Burri “Vincere si deve la sorte” con un imponente installazione di Giancarlo Neri.
E’ autore di numerose regie televisive per la Rai Palcoscenico.

Idea e dirige eventi fra i quali IL CINEMA VA DI MODA per la prima Festa del Cinema di Roma con Gabriella Pescucci, Armando Trovajoli, Lina Sastri, Serena Autieri e più di 300 figuranti in costumi originali per celebrare il cinema italiano.

Per Artisti Riuniti dal 2003 commissiona a Cristina Comencini il fortunatissimo Due Partite, aiuta e produce il gruppo Miti Pretese e la loro trilogia Roma ore 11, Festa di Famiglia e Troiane per 10 anni la rassegna Ilunedì di Artisti riuniti propone letture e mise en espace di testi inedti di drammaturgia contemporanea e contaminazioni fra mondo della letteratura e del cinema.