L’AMORE CRUDELE

Lunedì 1 febbraio 2010 Piccolo Eliseo Patroni Griffi – ore 20.45/ingresso libero

Di Silvana Mazzocchi e Patrizia Pistagnesi
Con Massimo Popolizio, Manuela Mandracchia, Fabio Cocifoglia
A cura di Piero Maccarinelli

Una donna muore e suo marito mette in scena una rapina con delitto. Le indagini segnano il passo e la sorella Luisa, volitiva e indipendente, decide di andare fino in fondo. Spinta dall’inesorabile necessità di capire le verità nascoste, quelle intime e inconfessabili che alimentano le relazioni umane, ricostruisce tra passato e presente i meccanismi psicologici, le ragioni profonde e le oscure contraddizioni che condizionano la realtà. L’irrefrenabile passione tra Marta e Carlo, la loro vita insieme, i figli…la trasformazione di Carlo che, complice la sua famiglia patriarcale, allontana Marta dal lavoro e dagli amici. Infine, la violenza fisica, tra dichiarazioni d’amore e percosse, promesse e ferocia. E, quando Marta prova a ribellarsi, il delitto…

L’amore crudele inizia con la voce di Marta, che testimonia l’esito di una complicità forse inconsapevole, certo inesorabilmente, distruttiva.
L’indagine giudiziaria pesa sulle spalle di Duccio Trevisan, ispettore di polizia e umanissimo testimone dello scacco di una giustizia sorda ai misteri della mente e del cuore. E, mentre Luisa si trova invischiata nel fascino ambiguo del carnefice, quasi coinvolta nella sua tumultuosa vicenda, Carlo, fra rimozione e consapevolezza, finisce per condurre Luisa fino alle soglie della verità: assassino e, insieme, vittima della conservazione e di un’identità posticcia destinata ad andare in frantumi di fronte alla perdita del potere e del controllo.
Un racconto che, alla ricerca del dettaglio rivelatore, arriva al cuore palpitante delle cose: il sesso, le ripercussioni sui figli, la violenza, l’omertà dell’ambiente benestante, chiuso, ostile, complice. Senza ipocrisie e senza falsi pudori.

Silvana Mazzocchi e Patrizia Pistagnesi